LO SCAFFALE DELLA PSICOANALISI


Il seminario avvicina uno degli “scaffali” della biblioteca di Italo Calvino, quello dedicato alla psicoanalisi, che concretamente  mostra l’interesse dell’autore verso la conoscenza dell’inconoscibile. Sul piano del conscio, egli avvicina Freud, Lacan, Matte Blanco e molto altro. Riferimenti culturali non solo disseminati negli scritti saggistici e giornalistici ma anche rintracciabili nell’opera narrativa. All’analisi e alla ricostruzione dei libri di psicoanalisi consultati e studiati da Calvino si affiancherà un Phantasieren psicoanalitico intorno ai “fantasmi” che aleggiano sugli alberi, tra le città, nell’uso del costrutto o non costrutto narrativo e nella stessa caratterizzazione grafica della parola scritta, dell’universo mentale calviniano.